Autore: Gabriella Fabbri

Convegno “Franco Argento”

Convegno “Franco Argento” – 2002 – 2022
20 anni tra culture e letteratura dei mondi

Venerdì 16 dicembre 2022 ore 18

Sala Polivalente – Viale Cavour 189, Ferrara
incontro letterario – musicale

in compagnia di
Tahar Lamri Alberto Masala
Nader Ghazvinizadeh
Margherita Cennamo

Il Convegno “Franco Argento” compie vent’anni. Per questo Cies Ferrara, Associazione Cittadini del mondo, in collaborazione con la Biblioteca Popolare Giardino hanno pensato di concedersi un’occasione non tanto per celebrare, quanto per proporre una riflessione sui venti anni di attività attraverso il sito ocidalsilenzio e i convegni dedicati alle culture e alla letteratura dei mondi.
Tra letture, video, musica cercheremo di tracciare una specie di percorso della memoria che vogliamo fare insieme ad alcuni tra le amiche e gli amici, vecchi e nuovi, che ci hanno accompagnato in questa esperienza ventennale.
Un’esperienza in equilibrio tra la dimensione locale, per la sua vocazione volontaristica e amicale, ma anche per il radicamento che ha tentato di costruire tra gli ambienti culturali del territorio e il mondo della scuola, e quella internazionale, per le sue prospettive aperte verso l’arte, le culture e la letteratura legate ai temi dell’interculturalità e dell’incontro tra linguaggi diversi, alla ricerca di una guida nell’esplorazione delle trasformazioni in corso e della complessità che ci circonda.
Per l’occasione verranno donate alla Biblioteca Popolare Giardino copie degli Atti dei convegni, sia in edizione cartacea che digitale.

Youthless. Fiori di strada

venerdì 2 dicembre 2022 ore 20:00

presso la Sala Polivalente in v.le Cavour 189 – Ferrara (ai piedi del grattacielo)
Massimo Carlotto e il gruppo di lettura “Due pagine prima di dormire” converseranno con il pubblico sui temi sviluppati nel libro:

YOUTHLESS. FIORI DI STRADA

Un’opera a più mani di:
Massimo Carlotto, Patrizia Rinaldi, Alessandra Acciai, Pasquale Ruju, Massimo Torre

Sei ragazze in fuga da se stesse e da un’implacabile aguzzina. Un viaggio dal Nord al Sud dell’Italia per dimenticare il passato, salvare il presente e sognare il futuro. Un meraviglioso romanzo noir sulla speranza, il dolore e l’amicizia, scritto a dieci mani da cinque grandi autori italiani. 

Incontro aperto a tutti i cittadini

Donna, Vita, Libertà

Musica e poesie

MERCOLEDI’ 23 Novembre ore 17,00
Presso la sala riunioni Coop Castello
Via Medini, 24/B- Barco – Fe

In occasione della giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne la Biblioteca Popolare Giardino organizza una lettura di poesie con la partecipazione della giovane violinista Angelika Strano.
Per l’evento si è scelto come titolo il grido di lotta delle donne iraniane per dedicare a loro questa importante giornata, ed in sostegno alla loro causa.
In aperura e chiusura a leggere sarà proprio una giovane donna rappresentante della comunità iraniana ferrarese.

Le poesie scelte sono di

Forough Farrokhzad (in farsi e traduzione italiana)
Serenella Gatti
Antonia Pozzi
Rupi Kaur
Kadye Molodowsky
Alda Merini
Joumana Haddad
W.Shakespeare
Anne Waldman
Niousha Mohseni

In collaborazione con
Soc.Coop IL CASTELLO Edif. A.r.l.
Associazione INTORNO A TE

Commemorazione dell’Eccidio del Doro -XVII novembre 1944

GIOVEDI’ 17 Novembre ore 10,00 in Via Padova, nei pressi del Cippo in memoria: COMMEMORAZIONE ECCIDI 1944 con la partecipazione delle Autorità cittadine e degli Alunni delle classi 4a-5a Scuola Primaria Doro

VENERDI’ 18 Novembre ore 17,00 nella Sala parrocchiale S. Giuseppe Lav. Via Panetti 3, Conferenza della Dott.ssa Antonella Guarnieri resp. del Museo del Risorgimento e della Resistenza – Ferrara:
RICORDANDO LA STRAGE DEL DORO (dallo squadrismo agrario a quello della RSI)

DOMENICA 20 Novembre – ore 17,00 nella Sala parrocchiale S. Giuseppe Lav. Via Panetti 3, Recital: IL SENTIERO DELLA LIBERTA’ canti e riflessioni di guerra, di pace, di libertà con il COROPERCASO e gli Alunni delle classi 4a-5a Scuola Primaria Doro

I cittadini e le famiglie sono invitati a partecipare

Acer Ferrara 100

Venerdì 11 novembre alle ore 18:00
Presso la Sala Polivalente
viale Cavour 189 Ferrara – ai piedi del grattacielo

Presentazione del libro
Acer Ferrara 100
Per una storia della casa pubblica a Ferrara e provincia.
Studi e documenti IACP 1920/ACER 2020. Nuova ediz.

Curatori del libro: Arch. Romeo Farinella e Arch. Elena Dorato docenti del Dip.di Architettura/Centro di Ricerca Citer ; Michele Nani, storico ricercatore del Cnr.

Intervengono all’incontro i tre curatori, e insieme a loro dialogheranno
Il direttore di Acer Ferrara Diego Carrara e Tito Cuoghi per la BPG

Quasi nessuno ricorda cosa fosse l’Emilia-Romagna nel dopoguerra. Questa regione, che oggi compete per standard e qualità della vita con i territori più avanzati d’Europa, uscì dal conflitto bellico come una delle più povere del continente. Difficile immaginarlo ora. Tanto che questa storia, ovvero di come l’Emilia-Romagna sia cresciuta fino a diventare terra di forti reti sociali, opportunità, impresa e lavoro, innovazione, è purtroppo ancora poco raccontata. Ma questo volume fa luce su una parte importante di questo piccolo grande miracolo, perché la casa è il punto di partenza di qualsiasi politica che metta al centro il progresso delle proprie comunità.

Verde Eldorado

La Biblioteca Popolare Giardino Invita alla presentazione del romanzo

VERDE ELDORADO di Adrián N. Bravi

Venerdì 7 ottobre 2022 ore 21

Presso la Sala Polivalente – In V.Le Cavour 189 Ferrara – Ai piedi del grattacielo

Dialoga con l’autore Maria Calabrese
Accompagna l’evento la Band Statale 16

La migrazione, il radicamento, la ricerca di un luogo d’adozione, un luogo che può essere anzitutto una lingua: sono i temi della scrittura di Adrián Bravi, autore argentino che da anni ha scelto di scrivere in italiano. E qui, i suoi temi si fondono in un romanzo di formazione, in una cronaca di viaggio, in una parabola esistenziale o, più semplicemente, nella storia di un ragazzo del XVI secolo di nome Ugolino che, dopo aver perso il suo posto nel vecchio mondo, sa trovarne un altro nel nuovo. Ugolino racconta la traversata insieme al leggendario Sebastiano Caboto, e racconta soprattutto la convivenza con una tribù di indios che è scoperta di una natura, di una cultura, di un’umanità da imparare e da comprendere. Perché nelle Indie Occidentali, territori che figurano appena sulle mappe europee di allora, c’è tutta una vita da apprezzare, a patto di rovesciare le proprie abituali prospettive sul mondo.

Adrián Nazareno Bravi è nato a San Fernando (Buenos Aires), in una casa accanto al fiume Luján che si allagava spesso per via delle inondazioni

Ha vissuto in vari quartieri di Buenos Aires e alla fine degli anni ’80 si è trasferito in Italia per proseguire i suoi studi. Si è laureato in Filosofia all’Università degli Studi di Macerata e attualmente lavora come bibliotecario presso la stessa università. Nel 1999 ha pubblicato il suo primo romanzo in lingua spagnola e dopo alcuni anni ha iniziato a scrivere in italiano. Ha pubblicato romanzi, articoli e racconti su varie riviste e antologie (il ReportageLeftRobinson di RepubblicaL’accalappiacaniIn pensieroCroceviaAlmanacco Quodlibet, ecc.). In un suo saggio, La gelosia delle lingue, affronta con costanti raccordi autobiografici il tema dello scrivere in una lingua diversa da quella di nascita.

Ha vinto alcuni premi tra cui la prima edizione del Premio Bookciak, Azione! (2012), il Premio Bergamo (2014) ed è stato due volte finalista al Premio letterario Giovanni Comisso (nel 2011 e nel 2020).

I suoi libri sono stati tradotti in inglese, in francese, in spagnolo e in arabo. Vive a Recanati

La “Statale 16” è una band che prende il nome dalla strada più lunga d’Italia e così come quella strada unisce luoghi e culture apparentemente lontani ugualmente il gruppo ,nel proprio repertorio, mette in relazione autori, generi e sonorità diversi fra loro.

Sarura

La Biblioteca Popolare Giardino
invita alla proiezione del documentario
SARURA di Nicola Zambelli

Saranno presenti all’evento Luisa Morgantini – presidente di Assopace
Amira Huraini di Youth of Sumus- Sarura

Collegamento via streaming con il regista Nicola Zambelli

Mercoledì 5 ottobre 2022 ore 21
Presso la Factory Grisu’ Via Poledrelli, 21 – Ferrara

Il film firmato da Nicola Zambelli ma realizzato come lavoro collettivo della casa di produzione SMK Factory ci porta alle porte del deserto del Negev dove un gruppo di giovani palestinesi lotta contro l’occupazione militare israeliana. “Youth of Sumud” – i giovani della perseveranza – cercano di restituire alla propria gente le terre sottratte alle loro famiglie, ristrutturando l’antico villaggio di grotte di Sarura. Affrontano l’aggressione con azioni nonviolente, difendendosi dai fucili con le proprie videocamere; si oppongono alla desolazione e alla morte con la speranza e la vita.
Dieci anni dopo il loro primo documentario sulla lotta nonviolenta in Cisgiordania, i registi tornano nel villaggio di At-Tuwani per raccontare come siano cresciuti nel frattempo i bambini ritratti nel loro primo film, utilizzando materiale d’archivio di più di 15 anni.

In una striscia di terra occupata, tra persone ormai abituate alla loro condizione, il film testimonia un movimento che rompe la catena degli eventi, che prova a immaginare un altro mondo, un altro modo di vivere: «il futuro è un posto sconosciuto», recita il sottotitolo della versione internazionale.

La questione palestinese è uno stallo perenne, una condizione che dopo vari decenni è quasi istintivo – colpevolmente – considerare, se non naturale, almeno strutturale, parte del mondo che l’ha creata e alla quale appartiene.
Ali, uno dei “giovani della perseveranza” di At-Tuwani, dice: «Qui ogni bambino crede che sia normale la vita che vive, qualunque essa sia. Poi però crescendo ho capito che ci sono persone che violano i miei diritti, e che questo non è il modo in cui i bambini di tutto il mondo normalmente vanno a scuola». È proprio questo lo scarto che il film cerca e filma nei territori occupati: l’inversione di rotta della Storia e della mente delle persone, protagonisti e osservatori, vittime e spettatori; l’iniziativa che cambia il decorso delle cose.


Le indagini di Vivian Deacon

La Biblioteca Popolare Giardino e  il Centro Sociale La Resistenza
Invitano alla presentazione

della serie letteraria di Marco Belli Le indagini di Vivian Deacon”:
“Uno sbaffo di cipria” e “Canalnero”
(Edicola Ediciones)

Dialogano con l’autore Emanuela Cavicchi e Maria Calabrese della BPG

Martedì 27 settembre ore 19.30
Via delle Resistenza 34 – Ferrara

Due gialli che hanno come protagonista Vivian, una donna inglese di mezza età e… barbona. In entrambi i casi (uno ambientato a Ferrara, l’altro a Magnolina nel Polesine) Vivian indaga privatamente su due morti sospette allontanandosi dai canoni del detective tradizionale.

Marco Belli (Ferrara, 1975) è insegnante di scuola superiore e direttore artistico del festival dell’editoria indipendente Elba Book Festival. Co-fondatore della Rete Pym, collabora con la rivista Millebattute. Con Edicola Ediciones ha pubblicato Uno sbaffo di cipria e Canalnero, nel 2021 è uscito per Graphe.it Edizioni il racconto illustrato Storia di A.; con il collettivo LAPS ha pubblicato nel 2022 il romanzo corale Più di Undici con il sostegno della Curva Ovest di Ferrara. Le sue ultime pubblicazioni come fotografo sono Adagio Polesano (Babbomorto Editore, 2018) e insieme a Sandro Abruzzese, Niente da vedere. Cronache dal Polesine e altri spazi sconfinati (Rubbettino 2022).

ore 21.00
A seguire Aperitivo e OpenPalco:
un openmic aperto a cantautor*, scrittor*, e musicist*.
Si potrà  leggere pensieri, riflessioni, poesie, cantare e suonare in piena libertà.

Pillole di Educazione Civile

Incontri a cura di Vittorio Pellizzola

Biblioteca Popolare Giardino – piano terra del grattacielo di Ferrara in v.le Cavour, 185

Martedì 13 settembre 2022 ore 18
Scontri di civiltà come destino? Connessioni e conflitti in un mondo in guerra

Martedì 20 settembre 2022 ore 18
Cosa troviamo sulla scheda elettorale? Famiglie politiche, sistemi elettorali e tipi di governo.

In un periodo di grandi sconvolgimenti globali, sembra opportuno tornare a interrogarsi sui fondamenti del nostro vivere in società e dunque sul nostro senso civico e sullo spirito della polis.

Attraverso l’esame critico e la pubblica discussione si intende dunque affrontare i temi centrali dell’etica pubblica e dei meccanismi istituzionali che costituiscono l’ossatura delle nostre società.

In un primo incontro, partendo dalla tesi dello scontro di civiltà, si getterà uno sguardo sulla ribollente situazione geopolitica mondiale e si cercherà di riflettere sulle diverse modalità con cui le varie entità politiche del globo fondano il potere e le proprie istituzioni.

In un secondo incontro, si restringerà il campo e si esamineranno dunque le culture politiche dell’Europa, che si incarnano nel parlamento di Bruxelles, nonché i principali modelli di rappresentanza democratica, anche come occasione di riflessione in vista del prossimo appuntamento elettorale.

E’ importante sottolineare che la modalità degli incontri non sarà quello della conferenza.
Il tentativo, l’esperimento che vogliamo proporre è di mettere a disposizione uno spazio, non solo fisico, in cui i partecipanti possano confrontarsi liberamente sui temi proposti nell’intento di facilitare un dialogo tra i cittadini oggi sempre più necessario.

TOTEM Scene Urbane

Ven-sab-dom 9-10-11 settembre dalle ore 16.30

la Biblioteca Poplare Giardino partecipa al festival TOTEM – SCENE URBANE

9 e 10 settembre 16:30 – 18:00 – Parco Tito Salomoni
Liberi-tutti: lettura animata e laboratorio per bambini dai 3 anni a cura di Mariela Petta

11 settembre dalle 16:30 – Parco Tito Salomoni
Pappa-libri: un momento per nutrire i bambini con le parole, alimento essenziale e ad alta digeribilità.
Attività per bimbi 0-3 anni, accompagnati da almeno un adulto partecipativo. Durata da 30’ a 45’.

Per partecipare è richiesta la prenotazione su totemsceneurbane@gmail.com
o ai numeri 3489655709 (Natasha) e 3203156356 (Martina)

Programma completo alla pagina:

http://www.totemsceneurbane.it/sample-page/programma-2022-2/

Il Papadoro 2 Adolescens

giovedì 8 settembre 2022 ore 18

presso la sede della Coop Costruttori “Il Castello” in via Medini 24/b Barco (Ferrara)

presentazione del libro di Claudio Strano Il Papadoro 2 Adolescens

dialoga con l’autore Maria Calabrese
introducono l’incontro Loredano Ferrari – presidente della Coop Castello –
e Tito Cuoghi della Biblioteca Popolare Giardino

al termine della presentazione ci sarà un aperitivo

Aperitivo solidale

Lunedì 11 luglio 2022 a partire dalle 19,30

per sostenere Nawal Soufi
nel suo impegno a favore dei migranti
lungo la rotta balcanica

L’aperitivo si tiene nel giardino di fronte alla Biblioteca Popolare Giardino – piano terra del grattacielo

Interverranno:

Il Centro Sociale La Resistenza
Il Movimento Non Violento di Ferrara

Biblioteca Popolare Giardino

Viale Cavour 183
Piano terra Grattacielo
44121 Ferrara

info@bibliopopgiardino.it
Iscriviti alla nostra Newsletter